paoloromano.com
  Home page Home page Home page
 
Paolo romano Paolo Romano: sono nato a Torino nel 1970 ma ci sono rimasto poco. Nel 1976 (anno dell'ultimo scudetto in serie A del Torino!!) la mia famiglia ha deciso di cambiare aria . Torino non era esattamente una città sicura negli anni settanta, e così ci siamo trasferiti tutti e quattro (ho un fratello più grande) nella capitale della verde Brianza: Cantù. Sono così cresciuto tra falegnami, basket, ed un "buon e sano" provincialismo. Ma fino ai 13 anni, si sa, basta poco. Sorvolerei sul disastro studentesco delle scuole superiori nella tanto amata e odiata Como, per passare al mio rapporto con il teatro. Nasce intorno ai 17 anni, dopo (e scusate la banalità) aver visto una commedia di Feydeau nel cineteatro di Cantù. Nel cast vi era una cara amica che con mia grande sorpresa si "trasformò" letteralmente. Attrazione, sgomento, curiosità furono le prime sensazioni, da li la volontà di saperne di più. Mi sono avvicinato alla compagnia del paese, dove ironia della sorte, c'era un posto vagante. Poi, altra ironia della sorte, un amico mi chiese di sostituirlo in un villaggio turistico per un mese, giusto il tempo di dare un esame all'Università (facoltà di Scienze Politiche mai terminata. Ma mai dire mai... chissà, un giorno!!). Io gli dissi di sì e senza nemmeno sapere cosa fosse un villaggio turistico e mi trovai a stare,
per la prima volta, quattro mesi lontano da casa ad improvvisare serate di cabaret con dei veri e propri maestri della risata.

Di li a forza di: "sei bravo... perché non fai una scuola!" oppure "ma tu fai l'attore vero??" mi sono ritrovato dapprima in una scuola privata di recitazione (CTA) e poi a fare il grande salto in una scuola riconosciuta a livello internazionale. Mi dissi: "se mi prendono anche qui comincio a crederci!". Era il 1994 e per quattro lunghi e intensissimi anni mi sono chiuso nella "Civica Scuola d'Arte drammatica Paolo Grassi" di Milano. Proprio quella fondata da Giorgio Strehler.

Diplomatomi nel 1998, con una gran confusione in testa stufo di girare solo spot pubblicitari (ne ho girati circa un centinaio in giro per l'Europa) e con tanta voglia di far teatro mi sono trasferito a Roma, dove sono stato preso nella compagnia teatrale "la Comunità" diretta da Giancarlo Sepe. Dopo tre anni di tournée, mentre stavamo provando il nuovo spettacolo la chiamata dalla Rai. Un provino ben fatto "et voila", mi volevano come protagonista al fianco di Franco Castellano e Agnese Nano per una miniserie TV dal titolo "Saro' il tuo giudice". Con la benedizione del regista lasciai le prove. Il lavoro andò bene ma evidentemente non abbastanza a livello di share, e così non è stato che un altro tassello da inserire nel mio curriculum.

Da li ho cominciato a fare televisione: "Cuori rubati", "Vento di ponente", "Il maresciallo rocca", "Tutti i sogni del mondo", "Ho sposato un calciatore" ed un po' di cinema ( ho lavorato con Ozpetek in "Cuore sacro"). Nel 2004 ho girato un film indipendente di produzione inglese nello Yemen "A new day in old Sanaa" che ha vinto un premio al Cairo Film Festival 2005 ! (Best Arabic movie ). Ho girato con la TSI (Televisione Svizzera Italiana) una serie dal titolo "Affari di famiglia" un vero successo nel Canton Ticino con 50% di share !
Ma... appena posso, con gli amici trovati lungo il cammino, torno a fare teatro nei luoghi che ce lo permettono e cioè centri sociali, spazi off ecc.

Nel 2005 sono entrato in una delle serie piu' amate della televisione italiana: Incantesimo. Mi sono fermato per 3 anni in quella che era come una famiglia per me "la Clinica Life". Devo ad Incantesimo 8-9-10 la fortuna di avermi fatto interpretare quello che tutt'oggi rimane uno dei personaggi che ho amato di piu': Aldo Dessì, infermiere gay, poliedrico, sensibile, amante dell'arte e figlio di una donna vulcanica come Corinne Cléry.

E poi ancora tante serie Tv come Don Matteo, Medico in famiglia, I cesaroni, Distretto di polizia, Provaci ancora prof ( vi rimando alla pagina del curriculum, lì le troverete tutte elencate per anno). Nel 2006 ero don Lorenzi nella miniserie Tv "Papa Luciani" con il grande Neri Marcorè per la regia di Giorgio Capitani. Nel 2008 ho girato un Tv Movie a cui sono molto legato "So che ritornerai" per la regia di Eros Puglielli con un grandissimo Giancarlo Giannini.

Ma torniamo ai giorni nostri.
Da un anno sono entrato nella serie Tv più longeva d'Italia "Un posto al sole" dove sto tutt'ora interpretando un personaggio di cui vado molto fiero.
Eugenio Nicotera, magistrato integerrimo che incarna molti dei miei ideali.

Ah dimenticavo... in questi 13 lunghi anni romani ho incontrato il Tango Argentino e sono stato così rapito da questa danza che mi sono legato con quella che era la mia maestra. Una splendida ballerina ! Abbiamo fatto tre belle bambine e da anni siamo una coppia di ballerini.